Lunedì dei Giovani Ottobre 2017

LUNEDI’
 
In principio Dio creò il cielo e la terra. La terra era informe e deserta e le tenebre ricoprivano l'abisso e lo spirito di Dio aleggiava sulle acque.
Dio disse: «Sia la luce!». E la luce fu. Dio vide che la luce era cosa buona e separò la luce dalle tenebre e chiamò la luce giorno e le tenebre notte. E fu sera e fu mattina: primo giorno.
(Genesi 1)
In principio era il Verbo,
il Verbo era presso Dio
e il Verbo era Dio.
Egli era in principio presso Dio:
la luce splende nelle tenebre,
ma le tenebre non l'hanno accolta.
Veniva nel mondo
la luce vera,
quella che illumina ogni uomo.
Egli era nel mondo,
e il mondo fu fatto per mezzo di lui, eppure il mondo non lo riconobbe.
(Giovanni 1)
Credere è lasciarsi illuminare, nascere è venire alla luce ed iniziare il cammino della vita. Il Battesimo è per noi cristiani “illuminazione”, voluti e amati camminiamo seguendo Lui; cosÍ ogni giorno è diverso, diventa unico ( un “in principio”) perché è abitato da Dio che è eterno (Eternità è non fare mai l’abitudine – Ermes Ronchi). Chiudersi alla luce del Signore è rendere ogni giorno uguale all’altro: sempre inizio ma mai una mèta, sempre uguale ma mai stabile, sempre pieno di cose ma mai felice davvero. Ogni giorno il ricco banchettava (Lc 16,19), era diventato cosi sazio da non vedere più le persone intorno a sé, perdendo il senso del tempo e vivendo già da morto. 
I giorni e le loro opere sono il tempo: ritmo inventato da Dio per noi perché la nostra vita sia vera e piena.
LUNEDI’ è iniziare, scegliere di…, e perciò anche: separare, distinguere, scoprire che non tutto è uguale. Iniziando la Creazione, fin dal primo momento Dio si fa responsabile e ci offre un’Alleanza per gustare davvero la vita come dono e chiamata. Lunedi, primo giorno della settimana, è il giorno dell’Annuncio, uno mi rivolge la parola ed io divento persona, esco dal niente. Quante “Annunciazioni” nella mia e tua storia! Il lunedi è il giorno di “In principio”, l’inizio della mia storia e della mia settimana, porta con sé il dono di una domanda che riempie di stupore: chi sono io e perché sono qui?
E’ giorno per fare memoria di quelle esperienze che mi hanno dato la base e aperto agli altri e al mistero della Vita. Proviamo a pensare all’Annunciazione come avvenuta nel primo giorno della settimana, con parole che dicono amore immenso (“O piena di Grazia, rallegrati!”) e invitano a lasciarsi andare: “Eccomi!”. 
Il lunedì mi fa anche ricordare che c’è limite e differenza, c’è luce ma poi..stop! Il buio. Non c’è vita senza pausa e riposo, silenzio e preghiera, e come c’è stata luce cosi vengono la sera e poi la notte che mi insegnano che il silenzio è abitato da Qualcuno, che il riposo è vegliato da quel custode che non si addormenta mai. Lunedi: giorno dell’attesa come occasione e principio, del dono non meritato (a partire dalla mia vita) e di una missione che rende tutto nuovo.
Il primo miracolo di Gesù avvenuto a Cana di Galilea è chiamato da Giovanni il miracolo del “in principio”. Lunedi è il giorno che ti dice che c’è tanta acqua nella tua vita, ma cosa non può diventare facendo le scelte giuste, facendosi guidare dal Maestro buono?
Lunedi è come l’aurora, la prima luce che vince le tenebre, che dice, come Gesù alla fanciulla “Alzati!” (Mc 5,41); cosi le nostre opere, i nostri gesti quotidiani sono fatti da Lui e attraverso di Lui; e siccome il lunedi ha davanti tanti giorni pieni di impegni lo Spirito mi suggerisce subito, di lunedi, “Coraggio, non temere, non sei solo, Lui è con te!”.
Nel brano dell’Annunciazione Maria è chiamata dall’angelo “colmata e piena di Grazia” con un verbo che dal passato arriva al presente. Come Maria, anche io sono stato voluto da sempre, sono amato dall’inizio, ed ho un compito che ha una mèta: la mia gioia. A volte si dice di essere già stanchi il lunedi mattina, forse è vero, ma è perché non si ha nel cuore un perchè. Il lunedi è la traccia per trovare questa mèta attraverso un cammino con il mio Signore; ogni lunedi, attraverso la Parola e la Chiesa, mi viene detto…  “Veniva nel mondo la luce vera, quella che illumina ogni uomo!”.
Ogni lunedì mi viene detto “Il Signore è qui con te” ed è bello che Lui ci sia, con me e per me. Perché questa vita è come un Paradiso ma è anche dura, faticosa, con sudore e spine, insidiata dalla voglia di dominare sugli altri. Il peccato è voler essere solo per sé. autosufficienti e ciechi. Fin da subito, da lunedi, io sono chiamato a scegliere chi voglio essere: padrone e despota, schiavo di me stesso oppure servo di un Altro e libero davvero?
E Maria disse: “ecco la serva del Signore, avvenga per me secondo il tuo dire”.
Lunedi: inizio della scuola più bella, quella della vita, con una maestra colma di tenerezza e sapienza – Maria – e con al fianco suo figlio Gesù, compagno di strada… pieno di sorprese!
Buon cammino…
                                …per tutta la settimana!

Appuntamenti

  • Lunedì dei Giovani

    10 ottobre 2016
    14 novembre 2016 - Parrocchia del Sacro Cuore (Campi Bisenzio)
    12 dicembre 2016
    9 gennaio 2017
    13 febbraio 2017
    13 marzo 2017
    27 aprile 2017 (giovedì) - con Arcivescovo
    8 maggio 2017 - Borgo San Lorenzo (Mugello alla Pieve)

    Giornate di discernimento vocazionale

    19 novembre 2016
    17 dicembre 2016

Accesso utenti